Thursday, August 8, 2013

Ratatouille della sfaticata

Quando faccio la ratatouille, come ho imparato a scuola di cucina, mi prendo la briga di saltare tutti gli ingredienti separatamente e di aggiungerli man mano in pentola senza mescolare. Di questi tempi pero', sono sempre di corsa e con pochissimo tempo per cucinare. Poi lo ammetto. Adoro questa ratatouille. Viene da Raipalles di Stephane Reynaud. Tutto si cucina in teglia in forno. Lui aggiunge dei limoni di Mentone. Io i miei limoni di Mentone confit. E secondo me gli da' quell'aroma davvero particolare. La fotografia non e' delle migliori.


Qui ho messo un paio di melanzane lunghe e sottili, due piccole trombetta, un peperone sbucciato, cipolline verdi, un paio di pomodori, olio abbondante, poco sale e mezzo limone confit, solo la buccia. Piu' alloro e erbe di provenza. Coperto con carta stagnola, infornato a 180 gradi, cotto per 2 ore mescolando di tanto in tanto.

7 comments:

Rosanna said...

grazie Francesca, come sempre.

Francesca Spalluto said...

Rosanna!!! Come stai? Lo sai quanto mi ha fatto piacere trovarmi queste tue righe? Ti abbraccio e, se ritorni a NY in vacanza, ti aspetto!

Teresa De Masi said...

Mi tenta. Mi tenta assai. Figurati che voglio fare pure la caponata al forno... a proposito, qualche ricetta interessante? :)

Francesca Spalluto said...

Teresa, prova e dimmi che ne pensi. L'ho anche fatta con i limoni normali, tagliati a spicchi e messi sulle verdure, prima di coprire. Buona, ma i limoni confit qui mi piacciono proprio.
Alla caponata al forno non avevo ancora pensato. Se fai esprimenti ti leggo.

Ristoranti a Cracovia said...

Grande blog, verrò di nuovo qui!
La ricetta è incoraggiante, sembra grande!

Francesca Spalluto said...

Grazie!!

Rosa Forino said...

wow!!! ha un aspetto invitante davvero irresistibile, felice di averti incrociata oggi se ti va vienimi a trovare ciao rosa
kreattiva