Wednesday, September 17, 2014

Banana bread senza glutine e senza zucchero

 E' da luglio che mangio senza glutine e senza cereali, ad eccezione dell'occasionale riso o mais. Non ho nessuna allergia, solo per spirito di sperimentazione e mi sento benissimo, percio' non penso di reintrodurre il glutine.  Non voglio usare mix di farine gluten free, percio' ho deciso di sperimentare con le farina naturalmente senza glutine.
A parte l'eliminazione dei cereali, sto cercando di limitare il mio consumo di zucchero. . Questa ricetta e' valida, l'ho presa dal blog di  Deliciously Organic, e' la seconda torta che provo (posto anche quella) e lo trovato affidabile.





  • 4 banane medie molto mature, circa 450 g (io ho usato 3 banane grosse, 550 lordo, 320-330 al netto)
  • 4 uova grandi
  • 50 grammi di burro fuso (o olio di cocco vergine per farlo senza lattosio)
  • 125 di crema di mandorle
  • 60 g di farina di fibra di cocco*
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di lievito chimico (senza glutine)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • pizzico di sale

    Per la variegatura:
  • 2 cucchiai di burro fuso (o olio di cocco vergine)
  • 2 cucchiai di cannella
  • 100 g di cioccolato fondente in gocce o scaglie
  • 1 cucchiaio di miele


Accendere il forno a 170. Imburrare uno stampo da plumcake e volendo foderare di carta forno.
Nel mixer far andare banana, uova, burro e crema di mandorle finche' tutto non e' ben amalgamato. Aggiungere la farina di cocco, bicarbonato, lievito e vaniglia, piu' sale. Pulsare finche' non e' tutto perfettamente amalgamato.
In un bagnomaria, sciogliere il cioccolato con gli altri ingredienti, finche' non risulta una crema liscia.
Versare l'impasto per il banana bread nello stampo. Versare il composto per la variegatura e mescolare i due composti con la lama di un coltello per creare l'effetto variegato.
Far cuocere per circa 45-50 minuti o fare la prova coltello.

Questi pani per me sono piu' soggetti a muffe, percio' secondo me e' preferibile porzionare a congelare.

*nota sulla farina di cocco. Non e' il solito cocco in scaglie secco. Ma e' tutt'altra cosa! Non si puo' sostituire con altra farina, perche' si comporta a modo suo...assorbe molto piu' liquido. Per chi cucina senza glutine penso che sia un'ottima farina da tenere in dispensa, bisogna sperimentare prima con ricette gia' provate.

Io questa farina a Monaco la trovavo nel negozietto bio vicino a casa mia
http://www.amanvida.eu/en/coconut-di...e-organic.html

se siete interessati magari potete chiedere al rappresentate in Italia, dove si puo' acquistare
http://www.noble-house.tk/amanprana/dealers/italy

ma si trovano anche altre marche
http://www.paleofood.it/paleo-store/...-di-cocco-bio/

oppure

http://www.souschef.co.uk/coconut-flour.html
insomma, bisogna cercarla

1 comment:

Konsti said...

Ciao,

Abbiamo visitato il tuo blog e pensiamo che contenga delle ricette fantastiche e le foto molto carine! Per questo motivo vogliamo invitarti a far parte della nostra community registrandoti sul nuovo sito di cucina in lingua italiana.

Vediamo come funziona brevemente. Gustosa Ricerca è un sito creato per i blogger di cucina e per i loro fan. Il sito scarica automaticamente le ricette dal tuo blog e le inserisce nel nostro database, poi i lettori del blog possono salvarle nei loro ricettari virtuali.

Tutti possono far parte della nostra community gratuitamente.

Per saperne di più visita il nostro sito:
http://gustosaricerca.it/

Per aggiungere il tuo blog al nostro database registrati cliccando qui:
http://gustosaricerca.it/account/register

“Gustosa Ricerca” è la versione italiana del nostro sito principale chiamato "Mikser Kulinarny" e operante in Polonia. Il "Mikser Kulinarny"ha una vasta base di fan (oltre 2 milioni di visualizzazioni uniche) e con il sito “Gustosa Ricerca” vogliamo ripetere questo successo ed attrarre migliaia di nuovi lettori al tuo blog.

Se hai domande non esitare a contattarci.

Saluti.