Friday, December 5, 2014

Barrette, ancora!

Continuo a sperimentare con le barrette energetiche. Queste sono del tipo Kind bars.

Per la ricetta io ho seguito le indicazioni qui, dove la Saulsbury specifica frutta mista tritata. Ma poi si vede chiaramente dalle barrette che le mandorle vengono lasciate intere. Poi ho letto anche le istruzioni nel suo blog e specifica di misurare in tazze mandorle/nocciole intere (perche' tritate risulterebbe troppe) e frutta secca (albicocche/datteri/ecc) tagliate.
Ho letto anche per riferimento  the Yummy life ma ad occhio mi e' sembrato molto piu' dolce, dovrei fare un po' di calcoli...ma perche' sti americani non imparano una santa volta a usare la bilancia! Che frustrazione.
La Salulsbury  si raccomanda di usare anche malto di riso, perche' il miele lascia tutto appiccicoso. Su  Yummy life cuociono il miele e lo sciroppo di riso fino a grande bolla, 125 gradi per ovviare a questo problema. Ecco, questo non l'ho ancora provato.

L'altra cosa che l'autrice di Power Hungry si raccomanda e' di tagliare le barrette quando sono ancora un po' tiepide, per minimizzare gli sbriciolamenti e di togliere le barrette dalla carta forno o dalla stagnola quando sono completamente fredde, perche' cosi' si staccano facilmente, da calde rimangono attaccate.

A questo punto mi viene proprio da pensare di aver usato troppe mandorle/noci, ma quando ho detto che alla prossima avrei provato con la frutta intera, mio figlio ha urlato, NO, non cambiare niente! Le voglio cosi'. Non sono buone, sono troppo buone!
La ricetta:

1 tazza e mezza di frutta secca mista tostata (io ho usato 185 g in totatle circa 50-60 g di noci tritate, 60-70 g di mandorle, pochi semi di girasole tipo 30 g, 20 g di semi di sesamo e semi di lino a finire ) 
1/3 di tazza (80 ml) di riso soffiato integrale, senza glutine (ho pesato ma non segnato, pero' e' proprio poco)
1/2 tazza di frutta secca tritata (io 70 g di datteri )
100 g di malto di riso
un pizzico di sale

Per tritare noci e frutta secca ho usato questa grattugia della Westmark. Ho usato il rullo con i fori grandi. Devo vedere ancora come viene la farina ma la granella e' spaziale. 

Add caption




Ho acceso il forno a 160. Ho rivestito una teglietta quadrata da 20x20 con carta forno bagnata e strizzata, leggermente unta con uno scottex imbevuto di olio (mi rifiuto di comprare bombolette di olio e uno spruzzatore con olio ce l'ho in bagno ma non in cucina, hi, hi) 

Ho mischiato la frutta secca, aggiunto il malto di riso, un pizzico di sale. Versato nella teglietta, coperto con un po' di carta forno e pressato per bene.
Cottura in forno per circa 20 minuti. Il centro deve rimanere ancora morbido quando esce dal forno.
Mettere su una gratella e far intiepidire per una ventina di minuti prima di tagliare in 8 barrette.
Raffreddare completamente prima di staccare. Avvolgere ogni singola barretta in pellicola e riporre in contenitore in frigo per una settimana e per un mese in freezer.

Adesso non mi rimane che provare le altre varianti e controllare il peso lasciando la frutta intera...



6 comments:

Mila said...

Utili da portare in ufficio!!!

qbbq said...

E cco una cosina leggera leggera proprio ci voleva sotto le feste! Cretinate a parte, sembrano buone, chissa' se al posto del riso soffiato si possa usare fiocchi avena... Perche dinfatto si tratta di un composto di frutta secca e un qualche elemento legante.
Su uso loro cups...sono proprio bestie da questo punto di vista, idem per orride bombolette spry non-stick...che io, ammetto, ho comprato per curiosita' e in generale mi sembrano gran cretinata, tipica cosa us "sprecosa" e da spreconi....cambiando registro...come procede il sous vide
?...ti ho ritrovata qui da un vecchissimo intervento egullet, ciao e ben trovata
Stefano

Francesca Spalluto said...

Ma ciao Stefano, come stai?
Forse non sono leggerine, ma danno molta soddisfazione. Mi piacciono perche' sono facili da mettere insieme e sono una merende nutriente per i bambini, senza porcherie aggiunte.
Il sous vide e' un po' rallentato, piu' che altro perche' per la carne ho deciso che non ci piace piu' di tanto. Diverso discorso e' per cucinare anatra confit o pollo, soprattutto il petto. Ma da quando sono negli US non compro piu' pollo, a meno che non compri polli d'oro, il pollo e' una cosa da dimenticare qui.
Mi piacerebbe poter sperimentare sous vide per verdure o altre cose alternative, ma annaspo, annaspo...tra un po' forse.

Ciao!

qbbq said...

..sulla carne... pensa che invece io la sto riscoprendo... in moderazione.. beef sopratutto che qui puo' essere veramente eccezionale, bio o non bio che sia (ma sempre proveniente da allevamenti seri)
il pollo... non lo mangio da tantissimo perche' non mi ha mai fatto impazzire. Io vorrei sperimentare con trippa, offall in genere, cotiche, zampetti di maiale ecc.. ma qui, anche a Londra, queste robe si trovano con diffiolta' e spesso se per andare da un butcher serio mi devo fare un programma di mezza giornata, alla fine mollo e mi butto su ceci e verdure.
ho visto che quelli di chefsteps hanno alcune cose con verdure sous vide... magari se mi compro macchinetta anna prossimo, se si abbassano spese di spedizione, magari provo.. anche se su di loro ho feeling discordanti...a volte mi chiedo.. ma proprio necessario "tutta sta roba" per produrre roba buona?? + a pelle preferisco Kenji di SeriousEats, anche se alla fine ricasco sempre sulle mie amate marcella hazan, anna del conte e ora, ogni tanto, anche nigellona lawson.
... anche io annaspo annaspo, anche se ora abbiamo venduto il ristorante e siamo alla ricerca del prossimi business.... qualche cosa col pane forse.... per ora soffro della sindrome del pensionato che improvvisamente non ha nulla da fare ma non combina nulla in ogni caso: accumulo ricette in modo ossessivo ma poco ne cucino :)
... oggi fatto per second volta un cheat panettone da serious eats che non e' per nulla male, e ieri il ragù' descritto in uno degli ultimi episodi di The Food Lab di serious eats...
...annaspando, annaspando...
ciao francesca e per ora tante cose buone per anno nuovo direi
ciau
ste

Anto61 said...

Ciao Francesca, è molto tempo che non visitavo il tuo blog. Ci sono capitata perchè questo è il periodo delle barrette salutistiche...;-) vado un po' a cicli! Proverò sicuramente le tue che sembrano ottime...che ne pensi dell'aggiunta di un goccio di estratto di vaniglia? Ciao, Anto

Francesca Spalluto said...

Certo, Anto! Adesso aggiungo tutte le altre barrette che ho provato. Ciao